Omicidio nel Reggino, trovato il cadavere a casa Il bracciate agricolo forse ucciso a calci e pugni

Mia Immagine

Pulsanti abilitati solo per info: Finanziamenti e Agevolazioni

Mia Immagine

MELICUCCO (REGGIO CALABRIA) – Omicidio a Melicucco, in provincia di Reggio Calabria, dove un bracciante agricolo di 58 anni, di cui sono state rese note soltanto le iniziali, B.I., è stato ucciso in circostanze in corso d’accertamento da parte dei carabinieri della Compagnia di Gioia Tauro.

Il cadavere dell’uomo, di nazionalità romena, è stato trovato nella casa in cui viveva da alcuni anni. Secondo quanto emerso dai primi accertamenti svolti dagli inquirenti, potrebbe essere rimasto vittima di un’aggressione ad opera di qualcuno che si trovava in casa con lui. Nell’abitazione non sono state trovate armi da fuoco o da taglio.

L’ipotesi che, al momento, viene fatta dagli investigatori è che la morte del bracciante possa essere stata provocata dai pugni e dai calci che gli sono stati inferti e che gli hanno provocato lesioni interne. Il romeno lavorava saltuariamente come bracciante in vari centri della Piana di Gioia Tauro. Le indagini sono coordinate dalla Procura della Repubblica di Palmi, che ha disposto l’autopsia sul cadavere del bracciante.

Mia Immagine

Pulsanti abilitati solo per info: Finanziamenti e Agevolazioni

Mia Immagine