Antonio Marras e GQ, «La cultura va di moda»

Mia Immagine

Pulsanti abilitati solo per info: Finanziamenti e Agevolazioni

Mia Immagine

 

«La cultura non è mai andata fuori moda. È qualcosa di così connesso con la nostra esistenza che non se ne può fare a meno. Credo che il mio lavoro implichi un’aderenza alla realtà e quindi alla cultura che ci circonda. Quel che ho provato a fare nel tempo è far dialogare questa disciplina che è la moda con altre discipline: arte, danza, poesia, cinema, teatro, letteratura. La moda è un linguaggio, un codice, un modo per comunicare, e gli abiti sono parole di un grande vocabolario», così Antonio Marras racconta il progetto che lo coinvolge nella campagna di sensibilizzazione sulla lingua italiana promossa da Zanichelli. L’editore ha chiesto allo stilista di plasmare il vocabolario di italiano per eccellenza: lo Zingarelli. Il risultato? Sono 16 opere d’arte nelle quali la materia del vocabolario è stata trattata e fusa con altri elementi, nello stesso modo con cui Marras si approccia alla moda.

«Ho chiesto che mi venissero recapitati dei dizionari bianchi e ho cercato di trovarvi un dialogo, una connessione. All’inizio non è stato facile», racconta lo stilista, «erano quasi respingenti, ma da incosciente quale sono il vocabolario è diventato l’oggetto ideale per raccontare, fuori dalle righe, fuori dai margini. Linee, disegni, pasticci, garze, fil di ferro, cemento, occhi di bambola, soldatini, bruciature, spine, suture, bulloni, trasferibili, sono le mie parole inespresse, il codice attraverso cui si materializza il mio mondo»

Per presentare i vocabolari d’artista, l’atelier di via Cola di Rienzo, sede del quartier generale dello stilista, è stato allestito come un museo, dove le 16 opere, protette da teche, saranno visibili fino al prossimo 21 novembre. Otto di queste saranno poi protagoniste di un dinner charity, «La cultura è di moda», organizzata da GQ Italia, al Mudec di Milano, con la collaborazione dello chef Enrico Bartolini (due stelle Michelin). Si tratta del primo evento culturale per il nostro giornale che ha deciso di collaborare con Zanichelli per valorizzare uno strumento antico quale il dizionario, a cui teniamo particolarmente e che vogliamo torni di moda e di attualità. Le opere di Marras saranno al centro di una silent auction per 64 invitati.

Mia Immagine

Pulsanti abilitati solo per info: Finanziamenti e Agevolazioni

Mia Immagine