«Lo spazio dentro». L’editoriale del direttore su GQ novembre 2018

Mia Immagine

Pulsanti abilitati solo per info: Finanziamenti e Agevolazioni

Mia Immagine

Dov’è, per voi, lo spazio? Il posto più lontano – lontano fisicamente e mentalmente – in cui vi è capitato di spingervi? Io, che da bambino, se non fossi stato già allora miope come una talpa, avrei dato tutto per volare «verso l’infinito e oltre», mi sono fatto la domanda, nel mettere insieme questo numero di «marziani».
Non ho poggiato lo stivale sul suolo lunare, come ha fatto per primo quel Neil Armstrong che fa rivivere al cinema una delle nostre star di copertina, Ryan Gosling. In compenso ho camminato sui ghiacci dell’Antartide, e in quel lontanissimo deserto bianco dalla bellezza sconvolgente ho visto i segni del riscaldamento globale che ci sta cambiando e ci cambierà la vita, qui, a casa.
Non ho scivolato, strisciando gomito e ginocchio, a 150 all’ora piegato in curva, come fa Marc «il marziano» Márquez, appena incoronato per la quinta volta re del MotoGP, protagonista della seconda copertina. Però ho fatto trekking in Ladakh, dove pensavo che sarei svenuto per l’ossigeno rarefatto, e dove invece ho piantato su un cocuzzolo a quasi 5mila metri le bandiere di preghiera tibetane, e dedicato un pensiero alle persone importanti della mia vita, laggiù.
Non ho avuto la fortuna di firmare l’intervista a quell’altro marziano che è Paul McCartney (una raccomandazione: non fatevi spaventare dalla lunghezza e leggetela – non ve ne pentirete). Ma ho avuto tanti anni fa il privilegio di incontrare colui che sta in cima al mio personale tempio della musica. David Bowie, che mi ha portato alla deriva con Space Oddity e tra gli alieni con Ziggy Stardust, e che in ogni canzone mi ha fatto volare «dentro».
L’esplorazione, le imprese sportive, la musica, la poesia, la grande letteratura hanno questo in comune: ti portano lontano, e al tempo stesso ti fanno guardare allo specchio. «Gli astronauti», dice Gosling, «cercano nei misteri dell’universo le risposte che gli sfuggono quaggiù». Forse siamo davvero caduti sulla Terra, e c’è nascosto in ciascuno di noi, da qualche parte, un pezzetto di spazio.

Mia Immagine

Pulsanti abilitati solo per info: Finanziamenti e Agevolazioni

Mia Immagine