INTERVISTA ALLA MOTION GRAPHIC DESIGNER JOLANDA FIARÉ

Mia Immagine

Pulsanti abilitati solo per info: Finanziamenti e Agevolazioni

Mia Immagine

Abbiamo intervistato Jolanda Fiarè ex studentessa del Corso di Formazione Avanzata in Motion Graphics for Broadcasting per farci raccontare il suo percorso e i traguardi professionali che ha raggiunto.

Se anche tu sei appassionato di motion graphics IED ti offre la possibilità, entro il 20 novembre 2018, di vincere una Borsa di Studio al 50% della retta di frequenza. Sulla pagina del Concorso puoi scoprire tutti i dettagli e il regolamento.

Ciao Jolanda, raccontaci chi sei.

Mi chiamo Jolanda Fiarè ho 28 anni e vivo a Torino. Da circa tre anni sono una libera professionista e lavoro nel mondo del Graphic and Motion Design.

Qual è stato il percorso che ti ha portata verso la tua professione?

Il mio percorso di formazione e lavorativo è stato piuttosto articolato. Sin da giovanissima ho sempre avuto la passione, o per meglio dire la vocazione, per il mondo delle arti e della comunicazione. Dopo aver frequentato un istituto professionale di grafica pubblicitaria ho svolto diversi lavori che, anche se non in linea con il mio profilo, sono stati fondamentali nella mia crescita. Parallelamente al lavoro sono riuscita a frequentare un corso di web design attraverso il quale ho iniziato a lavorare nel mondo della comunicazione in una web agency di Torino.

In seguito ho deciso di unire le mie due passioni, grafica e video, attraverso il motion design iscrivendomi a un corso dove poter apprendere le basi tecniche per l’utilizzo dei software dedicati al motion graphic e accrescere le mie competenze. Dopo aver lavorato nel settore per due anni, ho deciso di fare il passo più importante iniziando a fare la pendolare per frequentare il corso di IED in Motion Graphics for Broadcasting a Milano. Questo, a differenza dei precedenti, mi ha fornito una visione più pratica di come funziona questo ambiente ad alti livelli e, da quel momento in poi, è cambiato tutto.

Da circa un anno lavoro a Milano e collaboro con aziende che lavorano sia nel mondo web che della televisione, come Mediaset e Monkey Talkie. Dopo qualche anno inizio finalmente a raccogliere i frutti di tanto impegno, quelli più buoni.

Com’è il mercato del lavoro del Motion Graphic Design?

È un mercato in grande crescita ed evoluzione continua. Viviamo in un mondo che passa attraverso lo schermo e dove tutto è in movimento sono, infatti, innumerevoli le azioni quotidiane che facciamo attraverso uno smartphone o un computer guardando video, immagini animate e GIF. Il mondo del motion design è molto ampio e può essere applicato in diversi ambiti, dalla pubblicità al broadcasting, dal cinema al web, dalla realtà aumentata a video mapping e installazioni. Questo per dire che, con tutte le sue evoluzioni possibili, ci sarà sempre più bisogno di utilizzare queste tecniche sia nel presente che in futuro.

Qual è il progetto di cui sei più orgogliosa?

Ripensando a quest ultimo anno ci sono molti progetti importanti di cui sono orgogliosa. Sicuramente i primi due che mi vengono in mente sono il videoclip di Levante per il singolo “Stay Open” e i visual per il tour di Calcutta. La musica è un’altra delle mie passioni più grandi e lavorare per degli artisti è davvero impagabile. Poter vedere i propri visual proiettati all’Arena di Verona durante il concerto di Calcutta vestendo i panni sia di un’addetta ai lavori che di una fan è stata forse la più grande emozione del 2018.

Quali sono i tuoi obiettivi per il futuro?

Gli obiettivi per il futuro si raggruppano in un’unica parola: crescere. La sete di crescere e migliorare è il segreto per raggiungere i propri obiettivi. Le mie aspettative sono quelle di continuare a lavorare in ambienti che consentano di abbracciare progetti importanti, stimolanti e di aumentare la mia professionalità.

Che consigli puoi dare a chi vuole intraprendere questa professione?

Ho capito che le cose più importanti nel mio lavoro sono avere la mente fresca, essere curiosi ed avere buone idee. L’arma migliore è avere voglia di crescere ma è altrettanto importante avere l’idea giusta, studiare molto per affinare la tecnica e non sentirsi mai “arrivati” perché c’è e ci sarà sempre qualcosa di nuovo da imparare.

Mia Immagine

Pulsanti abilitati solo per info: Finanziamenti e Agevolazioni

Mia Immagine