Droga e sfruttamento della prostituzione: a Trento sette arresti dei carabinieri

Mia Immagine

Pulsanti abilitati solo per info: Finanziamenti e Agevolazioni

Mia Immagine

Nel centro di Trento allarma il ritorno di eroina e cocaina

Metteva a disposizione di una trentenne bolzanina l’appartamento che aveva preso in affitto in corso Buonarroti a Trento e nel quale la giovane si prostituiva.

Per questo un 42enne trentino è finito ai domiciliari, nell’ambito dell’operazione «Panorama Trènt» del nucleo investigativo del comando provinciale trentino dei carabinieri, che ha portato in tutto a sette arresti tra Trento e la Valpolicella.

Le indagini dell’Arma erano scattate nel febbraio scorso dopo che numerosi residenti dello stabile di corso Buonarroti avevano segnalato un intenso viavai di persone. I militari hanno così iniziato un lavoro di indagine che ha permesso di risalire ai fornitori della giovane, consumatrice di cocaina ed eroina, ponendo fine ad un traffico di stupefacenti tra il capoluogo e la zona dell’alto Veronese.

In carcere sono finiti un 34enne marocchino ed un 38enne tunisino che portavano a Trento dal Veneto pochi grammi di stupefacente alla volta, ma con frequenti viaggi in treno tra Trento e Domegliara. In manette anche un cinquantenne marocchino, che a Sant’Ambrogio di Valpolicella curava i contatti tra i due maghrebini residenti a Trento ed i suoi fornitori, altri due maghrebini attivi tra il Bresciano ed il Veronese.

I carabinieri avevano arrestato il cinquantenne in aprile ma questo non era bastato a fermare il traffico di cocaina ed eroina: l’uomo era stato «rimpiazzato» da un altro straniero, che è stato a sua volta individuato ed arrestato dai carabinieri.

Il bilancio dell’operazione è stato illustrato questa mattina in Procura a Trento dal procuratore Sandro Raimondi, oltre che dal comandante provinciale dell’Arma Luca Volpi e dai comandanti del nucleo operativo provinciale Giovanni Cuccurullo e del nucleo investigativo provinciale Andrea Oxilia. Guarda il video:

 

Raimondi ha sottolineato come l’operazione abbia confermato il ritorno sul mercato dell’eroina, particolarmente grave per il basso prezzo al quale viene proposta favorendone il consumo da parte dei tossicodipendenti.

Mia Immagine

Pulsanti abilitati solo per info: Finanziamenti e Agevolazioni

Mia Immagine