Dimaro, il masso gigantesco fermato dalla briglia

Mia Immagine

Pulsanti abilitati solo per info: Finanziamenti e Agevolazioni

Mia Immagine

Più eloquente di ogni parola, è la fotografia che lo ritrae. È un masso gigantesco, di dimensioni incredibili, quasi irreali, quello che è stato fermato dall’unica briglia sopravvissuta alla furia del rio Rotian, che lunedì sera 29 ottobre è esondato riversandosi su parte dell’abitato di Dimaro.

Una pietra in granito così grossa che, l’uomo che gli sta di fronte, a pochi passi, sembra quasi scomparire. Il macigno ha ostruito l’ultima paratia, in fondo al corso d’acqua, costruita prima della cosiddetta cascata. Da qui, probabilmente, il materiale portato a valle dal torrente ha preso la strada verso l’abitato di Dimaro.

La scoperta è stata fatta dagli uomini dei Bacini Montani che dal giorno dell’evento catastrofico stanno monitorando il corso d’acqua e hanno lavorato per riportare il rio Rotian nel proprio alveo. Ora si sta studiano come rimuovere la grande pietra senza danneggiare quello che resta delle strutture di protezione.

Mia Immagine

Pulsanti abilitati solo per info: Finanziamenti e Agevolazioni

Mia Immagine