«Area civica, un successo del civismo e del territorio»

Mia Immagine

Pulsanti abilitati solo per info: Finanziamenti e Agevolazioni

Mia Immagine

Concluso il turno delle elezioni provinciali stiamo leggendo sulla stampa una serie di analisi politiche da parte di tutte le forze politiche scese in campo. Non potevamo, pertanto, non fare la nostra valutazione basandola principalmente sui numeri che, come sappiamo, sono inesorabili. La lista Area civica è stata la terza lista in assoluto più votata per peso ponderato e la prima della coalizione alternativa a Sergio Abramo. Ha ottenuto il maggior numero di voti di amministratori: 172, contro i 165 di Destra civica, 148 Centro destra, 117 Pd, 115 ReM, 80 della Lega.
Nelle quattro fasce di voto, Area civica è risultata prima nella fascia blu, quella dei Comuni al di sotto dei 3mila abitanti, con ben 114 voti ponderati e prima nella fascia grigia quella che comprendeva i Comuni tra i 5.000 e 10.000 abitanti con ben 22 voti ponderati ed è stata penalizzata nel risultato finale dai voti ponderati di maggior peso specifico del capoluogo, quelli che alla fine hanno fatto la differenza, ben 14 per il Centro destra, 9 per Destra Civica e solo 6 per Area civica, con 19mila voti ponderati ha eletto due consiglieri sfiorandone un terzo e riuscendo, da sola, tra le liste a sostegno del candidato Ernesto Alecci, a ottenere gli stessi consiglieri eletti e numero di voti di Pd (8mila voti ponderati e un solo consigliere eletto), lista dei Riformisti e Moderati (circa 12mila voti ponderati e un consigliere eletto), messi insieme.
Numeri che certificano un grande risultato se si considera che Area civica nasce per volontà dei gruppi consiliari di opposizione in consiglio comunale e cioè #FareperCatanzaro e Cambiavento. Risultato ottenuto senza avere alle spalle il supporto di partiti nazionali, di parlamentari, consiglieri regionali e strutture.
Al contrario le liste del centrodestra sono state supportate oltre che da parlamentari e da tre consiglieri regionali, anche dal sindaco candidato del capoluogo che, dopo il commissariamento di Lamezia Terme, vantava un voto ponderato sproporzionato rispetto a quello del resto dei Comuni del territorio.
Anche il Pd ha avuto a disposizione un partito nazionale, con relativi parlamentari (tra l’altro qualcuno oggi cerca invano di accreditarsi un risultato di lista che non gli spetta, ma anche del singolo candidato eletto che da sempre ha viaggiato in autonomia), il governo regionale e il governo provinciale uscente. Mentre la lista dei riformisti poteva contare sul supporto di due consiglieri regionali con relative strutture e di tutta quell’area socialista con a capo esponenti di rilievo che hanno rivestito negli anni passati importanti cariche sia a livello regionale che nazionale.
Un successo eclatante, quindi, per una lista alla sua prima esperienza.
Pertanto corre l’obbligo di ringraziare i consiglieri del capoluogo di #FareperCatanzaro e Cambiavento che con grande spirito di squadra, hanno saputo fare un passo indietro su eventuali candidature favorendo, così, l’inserimento in lista di rappresentanti dell’intero territorio provinciale,
Va sottolineato e riconosciuto il coraggio dei 12 candidati che hanno degnamente rappresentato la lista e l’intera provincia e i 172 amministratori che hanno dato la loro fiducia incondizionata basandola sulla credibilità e l’attendibilità del progetto politico anche in prospettiva di future tornate elettorali. Questo significa voler bene alle comunità amministrative, significa voler porre la dovuta attenzione alle comunità dell’ente sovracomunale, significa voler amministrare con una visione ampia di quella che è la Provincia le sue competenze le sue problematiche. È finita l’epoca politica dei feudatari di quelli che pensano e spartiscono il potere a tavolino, considerando il popolo e nel caso della Provincia gli amministratori, loro sudditi. I cittadini e gli amministratori vogliono contare e quando hanno la possibilità di scegliere liberamente attraverso il voto lo dimostrano a chi invece continua a rimanere sordo e irremovibile.

*Capogruppo #FareperCatanzaro

L’articolo «Area civica, un successo del civismo e del territorio» proviene da Corriere della Calabria.

Mia Immagine

Pulsanti abilitati solo per info: Finanziamenti e Agevolazioni

Mia Immagine