“Via col vento”, archiviata la posizione del sindaco di Cortale

Mia Immagine

Pulsanti abilitati solo per info: Finanziamenti e Agevolazioni

Mia Immagine

CORTALE Il gip di Lamezia terme ha archiviato la posizione del sindaco di Cortale, Francesco Scalfaro, coinvolto nell’indagine dello scorso 12 luglio denominata “Via col vento” della Procura di Reggio Calabria avente ad oggetto la realizzazione del parco eolico di Amaroni, nella provincia di Catanzaro. A renderlo noto, in un comunicato è lo stesso sindaco.
Nell’inchiesta, a Scalfaro veniva imputata una condotta corruttiva volta ad ottenere l’assunzione di un operaio da parte di una ditta impegnata nella realizzazione dello stesso parco eolico, in cambio di una “collaborazione” ed agevolazione dell’amministrazione comunale per l’esecuzione dell’opera.
«Dalle motivazioni del Tribunale di Catanzaro e dal provvedimento di archiviazione del Gip lametino emerge che – si legge nel comunicato -, in realtà, nessuna risultanza investigativa vi fosse di specifiche condotte, attive od omissive, di imposizione a carico di Scalfaro e che, dunque, non vi era in atti alcun benché minimo indizio di colpevolezza che potesse giustificare una qualsiasi misura cautelare per il sindaco di Cortale».
A Francesco Scalfaro, inoltre, dopo la sospensione da parte del prefetto di Catanzaro, è stata revocata anche la sospensione dalla carica di sindaco.

L’articolo “Via col vento”, archiviata la posizione del sindaco di Cortale proviene da Corriere della Calabria.

Mia Immagine

Pulsanti abilitati solo per info: Finanziamenti e Agevolazioni

Mia Immagine