Tragedia in discoteca, Salvini e Di Maio: «Troveremo i responsabili»

Mia Immagine

Pulsanti abilitati solo per info: Finanziamenti e Agevolazioni

Mia Immagine

Foto d’archivio

 

«Non si può morire così, troveremo i responsabili». E’ il senso unisono dei post scritti sui loro profili Facebook dei vicepremier Luigi Di Maio e Matteo Salvini sulla tragedia di Corinaldo. Scrive il ministro degli Interni: «Non si può morire così a quindici anni, un pensiero e una preghiera per i sei morti di stanotte nelle Marche, e una speranza per i tredici feriti gravi ancora ricoverati. E un impegno: trovare i responsabili di queste sei vite spezzate, chi per cattiveria, stupidità o avidità ha trasformato una serata di festa in una tragedia.  Oggi alle 11 in Piazza del Popolo (dove è prevista una manifestazione della Lega, ndr) un minuto di silenzio per ricordare questi ragazzi». Di Maio, invece, apre il suo post con i nomi delle sei vittime: «Asia Nasoni, 14 anni, di Senigallia; Daniele Pongetti, 16 anni, di Senigallia; Benedetta Vitali , 15 anni, di Fano; Mattia Orlandi, 15 anni, di Frontone; Emma Fabini, 14 anni, di Senigallia; e mamma Eleonora  Girolimini, 39 anni, di Senigallia. Sono le giovani vittime della tragedia di questa notte. È assurdo morire così. Come governo faremo massima chiarezza sulla dinamica della vicenda (se sono state rispettate tutte le norme di sicurezza) e individueremo i responsabili.  Un abbraccio e un pensiero alle famiglie delle vittime e a tutti i feriti».

Mia Immagine

Pulsanti abilitati solo per info: Finanziamenti e Agevolazioni

Mia Immagine