Sant’Agnello, Housing Sociale . Il parere di Pinto e non solo. Orlando “Non sapevo nulla” . M5S “Interrogazione parlamentare”

Mia Immagine

Pulsanti abilitati solo per info: Finanziamenti e Agevolazioni

Mia Immagine

Sant’Agnello, Housing Sociale . Il parere di Pinto e non solo. Orlando “Non sapevo nulla” . M5S “Interrogazione parlamentare”. La vicenda dell’Housing Sociale di Sant’Agnello torna di nuovo alla ribalta della cronaca per merito , o colpa, che dir si voglia, dell’avvocato Johnny Pollio e del clan di Bertoldo. Non solo ha ritenuto che  il parere dell’avvocato Pinto, che non è intervenuto nonostante gli siano sicuramente fischiate le orecchie visto che è stato chiamato in causa più volte, diceva in buona sostanza no alla realizzazione dell’housing sociale e sarebbe stato usato per avallarne invece un parere favorevole ( per questo noi di Positanonews ne abbiamo chiesto un intervento come sorta di interpretazione autentica, se davvero è così chiaro questo parere come mai tecnici ed istituzioni lo hanno ritenuto alla base di motivazioni favorevoli?)  ma Pollio sta andando oltre, e non si ferma qui a quanto pare,   anche altri rilievi che stanno emergendo, presunti contrasti al PUT, ma anche al PRG . Nella delibera di Giunta municipale numero 90 del 3 agosto del 2015, quella che approvava il PUA relativo all’intervento edilizio denominato Piano casa, il Sindaco Piergiorgio Sagristani alla base dell’intervento c’è che  L’articolo 43 delle norme tecniche di attuazione del PRG prevede solo i Piani di Edilizia Economica e Popolare (cosiddetti P.E.E.P.) approvati nel lontano 1990. 216 vani tra via Mons. Gargiulo (dove sorge l’housing) e via San Martino e 90 ai Colli di San Pietro. Quei 306 vani da realizzare sull’intero territorio del Comune di Sant’Agnello sarebbero dovuti servire alla riduzione dell’indice di affollamento ed alla sostituzione dei vani malsani. Le famose lettere b) e c) dell’articolo 9 del PUT. In data 1° aprile 2015 , il geometra Francesco Ambrosio, nella sua relazione istruttoria,  replica alle osservazioni della Provincia di Napoli  siccome il Piano di Zona del 1990 era antecedente al PRG, i 216 vani previsti in quel Piano di Zona non incidevano nel proporzionamento dei vani residenziali. Vale a dire che i 216 vani in più previsti nel PRG sono sì inclusi nella stessa zona (come dice il PRG), ma non concorrono a nessun fabbisogno. Sta storia va a finire che queste costruzioni sono tutte della SH? La società di Elefante e Quagliarella?  Allora partiamo dal principio che sia Sagristani che Elefante ritengono che sia tutto in regola, e ci starebbe pure, chi avrebbe dovuto entrare nello specifico era il capo ufficio tecnico Ambrosio, uno dei migliori della Costa di Sorrento, il responsabile dell’ufficio dove passano tutti gli atti e che è quello che li interpreta e valuta in estrema sintesi , anche lui non interviene, ha già detto che è tutto in regola. Noi di Positanonews parliamo più alla gente “terra terra”  , quando sono cose che riguardano il popolo. Qui qualcosa non ci quadra, le opposizioni che fanno? Dormono? “Non sapevo nulla del parere di Pinto”, ci dice l’ex sindaco ed ex capogruppo di opposizione Gianmichele Orlando, col quale comunque c’era uno scontro fra accuse e controaccuse con Sagristani. E va bene, ne lui ne gli altri consiglieri di opposizione sapevano o si erano accorti, forse non erano tanto attenti, non possiamo saperlo. I privati vicini poi come mai invece di fare post , foto e video, quel tempo non lo impiegavano a fare un ricorso al Tar Campania a Napoli che, stando a quanto si rileva, se fondato,  lo avrebbero vinto ad occhi chiusi?  E quelli di ora del Movimento Cinque Stelle? “Faremo un’interrogazione parlamentare” . E forse Galano e company faranno finalmente chiarezza su una vicenda che ci sembra davvero incredibile, in soldoni non sono queste non erano case a prezzi per il popolino, ma non si potevano neanche fare. Incredibile…ma finchè non avviene un’interpretazione autentica del parere di Pinto o della magistratura bisogna considerare le opere regolari, certo è che a questo punto l’unica cosa sensata da fare è un’interrogazione parlamentare, ma anche ai vicini che non si capisce perchè non hanno agito con questi presupposti, o neanche loro sapevano come non sapeva Orlando, non sapeva la stampa, compresi noi di Positanonews, che confessiamo di non avere tempo ,  mezzi e sopratutto uomini per inchieste,  insomma sappiamo tutti che una cosa non si può fare quando è stata già fatta? Ora fra tutti solo il M5S sembra fare la cosa sensata per dare un chiarimento definitivo , o nella speranza di darlo,  a questa telenovela.

L’articolo Sant’Agnello, Housing Sociale . Il parere di Pinto e non solo. Orlando “Non sapevo nulla” . M5S “Interrogazione parlamentare” proviene da Positanonews.

Mia Immagine

Pulsanti abilitati solo per info: Finanziamenti e Agevolazioni

Mia Immagine