Deteneva un pesce drago, rarissimo, vietato e molto costoso: denunciato a Prato

Mia Immagine

Pulsanti abilitati solo per info: Finanziamenti e Agevolazioni

Mia Immagine

Un rarissimo e costoso esemplare di “pesce drago”, specie a rischio di estinzione, è stato sequestrato dai carabinieri forestali a Prato, nel corso di un controllo in un negozio all’ingrosso di bevande e prodotti alimentari della zona indistriale del Macrolotto. Il titolare dell’attività, un cittadino cinese, è stato denunciato e multato per 2.200 euro. Originari del sud-est asiatico, i pesci drago –  il cui nome scientifico è scleropages formosus ma è noto anche come “arowana asiatico” – possono raggiungere anche 90 cm di lunghezza e sono conosciuti per essere i pesci da acquario più cari. Spesso, riferiscono i forestali, “possono raggiungere un prezzo tale da richiederne la scorta armata durante le competizioni internazionali”. Deve il suo nome alla forma sinuosa, che ricorda il dragone cinese, e secondo il National Geographic un esemplare di questa specie è stato venduto per 300 mila dollari a un funzionario del Partito comunista cinese. La violazione per cui l’animale è stato sequestrato riguarda la Convenzione di Washington sul commercio internazionale delle specie di fauna e flora minacciate di estinzione.

Mia Immagine

Pulsanti abilitati solo per info: Finanziamenti e Agevolazioni

Mia Immagine