Riaperta la Statale 36 chiusa a maggio in seguito alla frana di Gallivaggio

Mia Immagine

Pulsanti abilitati solo per info: Finanziamenti e Agevolazioni

Mia Immagine

È stata riaperta oggi al traffico la statale 36 “del Lago di Como e dello Spluga”, chiusa lo scorso maggio a causa della frana del versante a ridosso del Santuario di Gallivaggio, che aveva interessato l’asse stradale nel comune di San Giacomo Filippo, in provincia di Sondrio. Il tratto è rimasto chiuso in questi mesi perché il Centro di Monitoraggio Geologico di Arpa Lombardia aveva rilevato la possibilità di nuovi cedimenti. Ultimata la messa in sicurezza del versante da parte della Comunità Montana della Valchiavenna e della Regione, la Statale è stata riaperta al traffico in entrambe le direzioni tra Castagneto e Lirone. Sulla pendice sono state installate delle strumentazioni che garantiscono l’allertamento immediato in caso di pericolo. Per ovviare alla chiusura del tratto di strada e al conseguente isolamento dei comuni coinvolti, a fine giugno Anas, in sinergia con la Regione, la Provincia, la comunità Montana e la Protezione civile, aveva avviato e concluso in tempi brevi la realizzazione di un tracciato stradale alternativo che fino ad oggi ha consentito la continuità dei collegamenti con Campodolcino e Madesimo. Il bypass non sarà dismesso ma potrà essere riaperto al traffico in caso di eventuali necessità legate alla chiusura della strada statale.

Mia Immagine

Pulsanti abilitati solo per info: Finanziamenti e Agevolazioni

Mia Immagine