“Agapanto”, quando cultura e sanità solidale si abbracciano

Mia Immagine

Pulsanti abilitati solo per info: Finanziamenti e Agevolazioni

Mia Immagine

CATANZARO La cultura al servizio della sanità, lo spettacolo al servizio della solidarietà: è questo il senso profondo della seconda sedizione del premio “Agapanto”, organizzato dal Gruppo Citrigno e dalla Fondazione Mediolanum e in programma il 12 dicembre al Teatro Politeama.
L’evento, che si avvale del patrocinio del Comune di Catanzaro, è stato presentato in una conferenza stampa nel foyer del Politeama da Alfredo Citrigno, leader dell’omonimo gruppo attivo da anni nel campo della sanità d’eccellenza, da Ugo Lombardi, responsabile area Calabria-Basilicata di Banca Mediolanum, dal vicesindaco di Catanzaro, Ivan Cardamone e dal direttore generale della fonazione Politeama, Aldo Costa. «Il Premio “Agapanto” – ha esordito Citrigno – vuole segnare il nostro impegno nel sociale e per andare oltre le e cure. Abbiamo avuto l’onore e l’opportunità di collaborare con Fondazione Mediolanum onlus e di siglare un protocollo d’intesa con il ministero della Giustizia e con il Tribunale dei minori di Catanzaro dal quale è nata l’idea del workshop sul tema “Sanità solidale, come agevolare l’accesso alle cure delle fasce deboli. L’obiettivo che ci poniamo con “Agapanto” è quello di dare un sostegno a 190 famiglie calabresi che vivono una condizione di necessità avendo figli affetti di sclerosi multipla che hanno bisogno di maggiore assistenza sul piano fisico e psicologico». Citrigno ha poi spiegato che «l’impegno nel sociale ci sta restituendo molto di più di quello che offriamo, abbiamo ricevuto di recente un importante premio nella sede della Regione Lombardia che è l’ennesimo, importante riconoscimento della bontà del lavoro della nostra squadra, il cui messaggio è dimostrare che uniti si vince. Per la sanità calabrese è un momento particolare, dal quale tuttavia si può uscire facendo rete e creando condivisioni». Ugo Lombardi, responsabile area Calabria-Basilicata di Banca Mediolanum: «C’è una bellissima sinergia tra cultura e impegno sociale e civile, nata per creare qualcosa che possa essere utile a chi è stato meno fortunato». Ugo Lombardi, responsabile area Calabria-Basilicata di Banca Mediolanum, a sua volta ha osservato: «C’è una bellissima sinergia tra cultura e impegno sociale e civile, nata per creare qualcosa che possa essere utile a chi è stato meno fortunato».
Il vicesindaco Ivan Cardamone ha definito il premio “Agapanto” «un momento di riflessione culturale e sociale importante dedicato a chi ha più bisogno mettendo insieme le voci del mondo civile e accademico, dell’associazionismo e dell’imprenditoria che sono impegnati a sostegno di servizi di qualità verso persone che hanno bisogno di un’attenzione particolare. A tal fine, ringrazio il Gruppo Citrigno e Fondazione Mediolanum per aver voluto scegliere la città Capoluogo e il Politeama come sedi della prossima edizione del Premio». Infine, il dg della Fondazione Politeama, Aldo Costa, a sua volta ha espresso «orgoglio e soddisfazione per il fatto che il teatro di Catanzaro ospiterà questa manifestazione di notevole suggestione, confermandosi all’avanguardia nel panorama regionale». Nel corso della conferenza stampa, moderata da Domenico Gareri ed Erica Cunsolo, sono stati anche annunciati i premiati, che sono la scienziata Amalia Bruni e, per la parte della cultura, lo scrittore Carmine Abate: due riconoscimenti andranno poi al professore Emilio Rocca, “icona” della chirurgia” catanzarese e calabrese, e all’associazione “Pediatri in movimento”. Illustrati anche i dettagli dell’evento del 12 dicembre, che vedrà un workshop aperto dai saluti del sindaco Sergio Abramo, con gli interventi del presidente della Commissione pastorale salute della Conferenza episcopale calabra, monsignor Francesco Savino, del referente per la giustizia minorile per il ministro della Giustizia Isabella Mastropasqua, della dirigente del ministero della salute, Carola Magni, del commissario ad acta della sanità calabrese, Massimo Scura, del dirigente generale del Dipartimento Tutela della Salute, Bruno Zito, del presidente nazionale Aisla, Massimo Mauro, del presidente dell’Ente nazionale sordi, Giuseppe Petrucci, del coordinatore regionale Aism Calabria, Salvatore Lico, del presidente del Consiglio regionale Ens, Antonio Mirijello: a concludere, l’atteso testimonial d’eccezione del premio “Agapanto”, il noto attore partenopeo Biagio Izzo.

L’articolo “Agapanto”, quando cultura e sanità solidale si abbracciano proviene da Corriere della Calabria.

Mia Immagine

Pulsanti abilitati solo per info: Finanziamenti e Agevolazioni

Mia Immagine